ON THE COUCH - FRANCESCO CODELLO - IL MUTUO APPOGGIO

In questo video Francesco Codello ci racconta la vita avventurosa di Pëtr Kropotkin. Se consideriamo le innumerevoli prove che possono essere citate a sostegno di questa tesi, possiamo affermare che il mutuo appoggio è una legge della vita animale tanto quanto lo è la lotta reciproca, e tuttavia, come fattore di evoluzione, ha probabilmente un'importanza ben maggiore in quanto favorisce lo sviluppo delle abitudini e dei caratteri che assicurano la conservazione e la crescita della specie, dando al contempo a ogni individuo più benessere e felicità, con minore spreco di energia. scheda libro - https://eleuthera.it/scheda_libro.php?idlib=493 Darwiniano convinto, e lui stesso scienziato a tutto tondo, Kropotkin pubblica nel 1902 un'opera innovativa e dirompente che a partire dalle sue ricerche sul campo, soprattutto in Siberia, dà un'originale interpretazione della teoria dell'evoluzione, coniugando in modo inedito la teoria di Darwin con alcuni aspetti del pensiero di Lamarck. Scritto principalmente per confutare le idee del darwinismo sociale – sostenute all'epoca soprattutto da Huxley – questa opus magnum kropotkiniana dimostra, grazie a una sterminata documentazione e a geniali intuizioni, come la vita non si riduca affatto a una spietata competizione in cui vince il più forte, idea che peraltro stravolge lo stesso pensiero di Darwin. Al contrario, è la cooperazione, l'aiuto reciproco – il mutuo appoggio, appunto – a essere la forza trainante che consente al processo evolutivo di svilupparsi nella biosfera, a cominciare dalla specie umana. Oggi, a oltre un secolo di distanza dalla loro formulazione, l'impatto delle tesi kropotkiniane è ormai riconosciuto non solo in varie scienze umane come l'etnografia, la storia o la sociologia, ma soprattutto in un gran numero di discipline scientifiche come la biologia, la zoologia o l'etologia. Pëtr Kropotkin (1842-1921), uno dei padri fondatori dell’anarchismo, nasce in una famigli dell’alta aristocrazia russa. Nel 1862 lascia la corte dello zar per fare l’esploratore e il geografo in Siberia. Accolte da un ampio riscontro internazionale, le sue scoperte sulle formazioni glaciali del periodo quaternario in Russia gli valgono l’invito a unirsi alla Società Geografica Russa e alla British Association for the Advancement of Science. Gli viene anche offerta la cattedra di geologia a Cambridge, che però rifiuta perché condizionata all’abbandono dell’attività politica. Kropotkin infatti, oltre a essere un pensatore le cui idee sono talmente grandiose da non poter essere confinate in un’unica disciplina, affianca alla ricerca scientifica la militanza politica, due aspetti inscindibili della sua visione del mondo. Dal 1886 al 1917 risiede stabilmente in Inghilterra, dove si dedica soprattutto allo studio e alla scrittura delle sue opere principali, come Campi fabbriche, officine, La conquista del pane, La grande rivoluzione. Ed è appunto a Londra che pubblica nel 1902 Il mutuo appoggio, che avrà subito una grande risonanza mondiale. Nel 1917, dopo lo scoppio della rivoluzione, ritorna in Russia, dove muore nel 1921.
elèuthera editrice
Postato su YouTube
Data martedì 28 aprile 2020
Visto da 197
Piace a 0
Non piace a 0