ON THE COUCH - FRANCO LA CECLA - UNA MORALE PER LA VITA DI TUTTI I GIORNI

Franco La Cecla, partendo dal libro "Una morale per la vita di tutti i giorni", riflette su quello che sta accadendo alla nostra quotidianità. Scheda del libro: https://eleuthera.it/scheda_libro.php?idlib=311 La morale quotidiana si forma in quegli spazi in cui gli individui danno senso ai fatti della vita improvvisando accordi inediti che poi diventano ritmi, abitudini, rielaborazioni nel «qui e ora» di saperi come l'arte di gioire, soffrire, stringere relazioni, immaginare futuri. Che regole ci si dà quando si vive in uno stesso luogo? Osservando la vita quotidiana in Sicilia come in Nuova Guinea, nei villaggi tribali come tra chi usa il telefonino, ci si accorge che esistono forme di accordo non scritte su cui si costituisce una reciprocità. Una forma di morale, elastica, che sfuma in un'arte del vivere. Se questa morale manca, o si perde, come accade nelle società in crisi, allora l'idea di legge, di etica, di diritti umani, rimane senza presa. Le società sanno produrre le proprie regole di convivenza e sono capaci di cambiarle e adeguarle alle trasformazioni che le investono. Una conoscenza antropologica e una visione non umiliante della vita quotidiana – una visione che non crede all'individuo isolato e nemmeno al potere supremo delle istituzioni – ci apre un affresco colorato e vivo di come la gente se la cava nel convivere e nel costruire i propri giorni insieme. Franco La Cecla, antropologo, scrittore, filmaker e viaggiatore, oggi insegna Antropologia culturale alla NABA di Milano, dopo aver insegnato a Berkeley, Barcellona, Parigi, Venezia e Bologna. Autore di molti saggi sulla contemporaneità, ha intrecciato la riflessione antropologica con temi quali lo spazio, l’architettura, l’urbanistica, il genere maschile, i media. Attualmente lavora sui sistemi alimentari in Africa orientale e sull’amicizia in altre culture. Piero Zanini è ricercatore a Parigi presso il Laboratoire Architecture-Antropologie dell'Ecole Nationale Superieure d'Architecture de Paris-La-Villette. Ha pubblicato per Bruno Mondadori Il significato del confine (1997) e Lo stretto indispensabile (2004, con F. La Cecla). Nel 2004 ha vinto un premio alla IXa Biennale di Architettura di Venezia (con A. Linke) con un lavoro sulle trasformazioni del paesaggio alpino.
elèuthera editrice
Postato su YouTube
Data venerdì 3 aprile 2020
Visto da 310
Piace a 0
Non piace a 0