«"I pochi giorni che ho strappato dalla tua vita erano quasi...

photo
Vita e Pensiero
Postato su Facebook
Data martedì 27 agosto 2019
Condivisioni 1
Piace a 2
Commenti 0
«"I pochi giorni che ho strappato dalla tua vita erano quasi troppo per me - bene, sono passati, ora comincia l'orrore, il crudo orrore e io sono pronto a questo. La porta della prigione è tornata a chiudersi di schianto". Constance Dowling appare e scompare nella vita di Pavese. L'ultima lettera, del 26 agosto, a Mario Motta, dice: "Chi è tornata, l'americana? Ho altro da pensare". La lettera è stata stesa a poche ore dall'ultima annotazione del diario: "Non scriverò più", dove 'scrivere' e 'vivere', significativamente, si equivalgono». Claudio Scarpati (articolo del 1967 su Vita e Pensiero) ripercorre i carteggi di Cesare Pavese, fino alle ultime dolorose righe scritte prima del suicidio, il 27 agosto del 1950. articolo: https://bit.ly/2JPE5cS

Non solo libri...