Photos from Guide Livingston & Co.'s post

photo
Guide Livingston & Co.
Postato su Facebook
Data sabato 28 luglio 2018
Condivisioni 18
Piace a 3
Commenti 0
THAILANDIA - BANGKOK, IL NORD TRIBALE ... E VOLENDO IL MARE con anche programmi di viaggi del Club dei Viaggiatori La Thailandia, nonostante il travolgente sviluppo fatto registrare nei tempi recenti, conserva ancora per certi versi il carattere del misterioso Siam, parola carica di fascino che richiama alla mente avventure e bellezze, l’esotico e l’Oriente per antonomasia. In effetti, i templi di Bangkok sembrano usciti da fiabe e nei loro recinti la bolgia della città appare lontanissima; foreste ed elefanti richiamano avventure salgariane; infinite varietà di orchidee, spiagge immacolate, danze antichissime e danzatrici dai gesti misurati mantengono vivo il mito della bellezza di un Paese e del suo popolo, indulgente e sorridente. La Thailandia, poi, offre eccellenti sistemazioni, servizi turistici di prim’ordine e questo la rende destinazione particolarmente adatta ai viaggi di nozze e di anniversari, a chi comunque si vuole particolarmente bene. Agli sposini novelli, come pure a quelli «collaudati» e a chi cerca una vacanza fascinosa abbiamo pensato scegliendo questa proposta di viaggio un po’ speciale, con anche opportunità alternative. BANGKOK, la capitale della Thailandia, chiamata anche «Città degli angeli» (Krung Thep), popolatissima, rumorosa e impudica, è città relativamente giovane. Fino a due secoli e mezzo fa era un piccolo villaggio di pescatori, con un modesto emporio cinese, fra le acque paludose e malsane del delta del fiume Menam, che i locali chiamano Chao Phraya, cioè «Madre delle Acque». Tutto cominciò con Rama I (1737-1809), fondatore della dinastia che regna anche oggi, che fece erigere il Palazzo Reale. La città si sviluppò inizialmente lungo i canali, ma la «Venezia d’Oriente» (a onor del vero parecchie città si contendono l’ambito titolo) andò col tempo scomparendo, man mano che i canali vennero coperti per far posto alle strade, necessarie per il traffico automobilistico sempre più caotico. Dopo la Seconda Guerra Mondiale lo sviluppo della città si fece ancor più rapido, influenzato dalla salda scelta occidentale in uno scacchiere orientale martoriato da guerre e divisioni. Con circa nove milioni di abitanti (oltre 13 milioni nell’area metropolitana), Bangkok non è solo il centro politico della Thailandia, ma ne è anche il cuore economico, culturale e religioso, e inoltre ricopre il ruolo fondamentale di crocevia delle rotte commerciali dell’Asia sud-orientale. Si presenta come un enorme agglomerato, piuttosto disordinato, di grandi edifici moderni (uffici, centri commerciali, alberghi) «incastrati» fra vecchie case, abitazioni tradizionali su palafitte, misere bidonville. Una metropoli di contrasti, fra strade dal traffico caotico che rende difficile la vita ai pedoni e tranquilli canali solcati da rumorosissime lance a motore; fra moderni palazzi, centinaia di templi dorati e monasteri silenziosi. Bangkok sa soddisfare molteplici interessi: vi sono importanti monumenti e musei, numerose manifestazioni culturali, spettacoli sofisticati, negozi per tutti i gusti e per tutte le tasche, ristoranti e alberghi di ogni livello, una vita notturna assai varia e vivace. Docuvideo: https://youtu.be/xC4h7SA6sBc CHIANG MAI - A 697 chilometri da Bangkok, e a 305 metri di altitudine, in una valle del nord della Thailandia si trova la seconda città del Paese (un milione di abitanti col suo distretto), detta anche la «Rosa del Nord». La regione è caratterizzata da paesaggi montani e da giungla; è popolata da tribù (molte comuni con il vicino Myanmar), ricca di templi e di tracce della lunga storia. Siamo quasi al confine con Myanmar e Laos; vicini ai primi contrafforti himalayani e al Triangolo d’Oro. Sulle colline fioriscono innumerevoli varietà di fiori e di orchidee selvatiche. Nelle foreste gli elefanti sono ancora di aiuto per il lavoro dell’uomo. Impressioni: https://youtu.be/bcffoUnP1BE LE TRIBÙ DELLE COLLINE - Coi tipici «furgoni» Toyota si possono facilmente raggiungere i villaggi delle tribù Akha, Meo, Karen e Yao, sparsi sulle colline che circondano Chiang Rai, avamposti delle popolazioni che vivono nella parte inaccessibile del Triangolo d’Oro. Tutti conservano antiche abitudini tribali, ma chi ha lo spirito e il tempo per progettare escursioni ai villaggi più lontani e isolati potrà evitare quelli a ridosso delle grandi strade, più turisticizzati. Per saperne di più sui «tribali» thailandesi: http://waithai.it/files/pizzichi/pizzico_Tribali_thailandesi.htm Per farsi un'idea: https://youtu.be/pOA2Zyvj1SY UN VIAGGIO CON PUNTATE FUORI DAI CIRCUITI TRADIZIONALI (9 giorni, 7 notti - partenze di venerdì) Venerdì: Milano - Bangkok Ritrovo dei partecipanti all''aeroporto di Milano Malpensa, partenze internazionali. Disbrigo delle formalità doganali e partenza per Bangkok con voli di linea Air Italy in classe economica. Pasti e intrattenimento a bordo. Sabato: Bangkok Arrivo a Bangkok, incontro con la guida e trasferimento all'hotel Mercure Bangkok ( https://www.mercurebangkoksukhumvit11.com ) nella centralissima e vivace zona di Sukhumvit Soi, una delle più frequentate della città, con una vasta gamma di proposte fra ristoranti, locali serali, centri benessere e possibilità di shopping. La stazione del veloce treno sopraelevato (Sky-train) dista pochi minuti a piedi. Proprio a due passi dall’hotel si trovano alcuni fra i locali serali più noti: Sugar, Levels, Above Eleven, Oskar Bistro e molti altri. Sistemazione in camera deluxe con trattamento di prima colazione inclusa. Pomeriggio libero da dedicare al relax dopo il lungo volo intercontinentale o al primo contatto personale con la città. Cena libera Pernottamento. Domenica: Bangkok Prima colazione in hotel. Giornata dedicata ad attività individuali. Escursioni prenotabili in loco saranno proposte dal nostro residente italiano. Lunedì: Bangkok Dopo la prima colazione in hotel, partenza per la pittoresca China Town dove visiteremo il Wat Trimitr, il “Tempio del Buddha d’Oro”. La prossima tappa sarà la visita più importante della giornata, il maestoso e stupefacente complesso del Royal Grand Palace con il Wat Phra Kaew, il “Tempio del Buddha di Smeraldo”. Il complesso reale comprende anche il Palazzo Chakri (visitabile solo dall’esterno), il Palazzo Dusit e il Palazzo Montien (visitabili all’interno solo in alcuni periodi dell’anno). Visiteremo poi il celebre Wat Pho, il “Tempio del Buddha reclinato”, con la sua enorme statua del Buddha disteso, alta 15 metri e lunga 46. Questo è il monastero buddista più antico della città e ospita anche la più antica scuola di massaggi thailandese. Al termine delle visite pranzo presso il ristorante Savoey che si trova in posizione privilegiata panoramica sul fiume Chao Praya e sulla città vecchia. Nel pomeriggio intraprenderemo un’avvincente escursione fra i canali rurali della città lungo un percorso ricco di atmosfera fra le case di legno su palafitta che si affacciano sull’intricata rete di canali che caratterizza l’esotica periferia della capitale. La prima visita sarà il Wat Arun, o “Tempio dell’Aurora”, vero e proprio simbolo della città e un tempo residenza Reale di Re Taksin. E’ ubicato sulla sponda opposta del fiume Chao Praya rispetto alla moderna Bangkok. Lungo il percorso visiteremo anche il National Museum of Royal Barges, il museo delle variopinte ed imponenti barche Reali, occasionalmente utilizzate ancora oggi per le processioni Reali lungo il fiume Chao Praya. Termine delle visite e rientro in hotel. Cena libera. Secondo pernottamento a Bangkok Martedì: Mercato Galleggiante di Damnern Saduak - Ponte sul fiume Kwai - Grotta di Tham Krasae - Treno della "Ferrovia della morte” - Hellfire Pass Questa giornata è la prima di quelle particolari del programma che terminerà col pernottamento nella giungla in campo tendato. Dopo la prima colazione in hotel, incontro con la guida che parla italiano e inizio del tour. La prima tappa sarà al noto Mercato di Damnern Saduak. A bordo di una tipica motolancia ci inoltreremo fra gli esotici canali rurali fino a raggiungere il pittoresco mercato galleggiante caratterizzato dall'intricato viavai delle barche-gourmet dalle quali le "masterchef" locali offrono le loro specialità culinarie e delle barche di venditori che propongono prodotti dell’artigianato da bancarella, non granché a onor del vero, ma quel che conta qui è l'atmosfera. Avremo tempo a disposizione per la visita del brulicante mercato prima di proseguire verso le selvagge montagne della regione del fiume Kwai, confine naturale fra la Thailandia e il Myanmar (Birmania), che fu teatro di scontri durante la Seconda Guerra Mondiale. Qui corre la celebre “Ferrovia della morte” costruita dai prigionieri di guerra alleati. Giunti nel capoluogo Kanchanaburi andremo a vedere il celebre “Ponte sul fiume Kwai” per poi raggiungere la stazione ferroviaria di Tham Krasae che si trova in posizione scenografica a strapiombo sul fiume e presso la quale si visita una grotta che custodisce un venerato piccolo tempio buddista. Dopo il pranzo in ristorante che oltre al cibo vanta uno splendido panorama sulla campagna circostante e sul fiume, saliremo a bordo del treno che a tratti corre su strutture "avventurose”, a picco sul fiume e costeggiano pareti scoscese. Scenderemo alla stazione di Tha Kilaen dove ci attenderanno le auto per condurci al Passo Hellfire, il luogo dove i prigionieri di guerra furono costretti a effettuare enormi scavi nella montagna per la costruzione della ferrovia. Qui si visita il Museo Memoriale. L'ultima breve tappa giornaliera ci porterà all’eco-lodge Hintok River Camp ( https://www.hintokrivercamp.com ) affacciato sul fiume Kwai e circondato da aspre montagne ricoperte di giungla: ambientazione di charme e atmosfera. Sistemazione in Canvas Tented Room. Resterà anche il tempo per un bagno nella piscina di acqua naturale in riva al fiume e per godersi il panorama e il tramonto. Cena inclusa al resort. Pernottamento. Mercoledì: Navigazione sul fiume Kwai - Parco Nazionale Sai Yok Yai - Chiang Mai Dopo la prima colazione al resort, incontro con la guida che parla italiano e partenza per un'avvincente navigazione in motolancia privata risalendo il corso del fiume Kwai fra le montagne e la fitta giungla fino a raggiungere (40 minuti circa) il cuore del Parco Nazionale Sai Yok Yai. Effettueremo la visita del parco su una grande zattera privata, sempre seguendo il corso del fiume. Pranzo incluso a bordo della zattera che verrà trainata sotto una piccola cascata sotto la quale avremo anche la possibilità di fare un’emozionante "doccia": ricordatevi di portare il costume da bagno! Dopo il pranzo, chi vorrà potrà godersi un divertente supplemento di avventura con una passeggiata nella giungla a dorso d’elefante e una discesa di “bamboo rafting” con piccole zattere di bamboo, appunto. Si potrà decidere in loco se effettuare o meno questa escursione, pagando il supplemento direttamente alla guida. Al termine, trasferimento a Bangkok che si raggiungerà nel tardo pomeriggio, in tempo utile per il volo per Chiang Mai. All'arrivo, trasferimento all'accogliente Aruntara Riverside Boutique Hotel ( http://www.aruntarahotel.com ) situato in posizione privilegiata in riva al fiume Mae Ping. Sistemazione in camera deluxe. Cena libera. Pernottamento. Giovedì: Chiang Mai Colazione in hotel e partenza per la visita di Chiang Mai, la “Rosa del Nord”. I templi e gli edifici più importanti della città sono tutti all’interno del centro storico cinto, un tempo, da alte e possenti mura ora in rovina. Visiteremo il Wat Phra Sing, il più famoso dei templi cittadini, costruito nel 1345. Nella notevole sala dorata si venera un’antica statua del Buddha (XV secolo), in bronzo dorato. Deliziosi e raffinati sono gli intarsi delle due sale antiche, una delle quali affrescata, e la libreria lignea del XIV secolo. Adiacente è la pagoda campaniforme funeraria del re Mengrai. Le altre tappe sono: il Wat Suan Dok, tempio funerario dalle numerose e bianchissime pagode; il Wat Chedi Luang la cui pagoda campaniforme, oggi parzialmente distrutta, raggungeva un’altezza ragguardevole; il Wat Jet Yot (“Tempio dalle sette vette”) ingiustamente trascurato dagli itinerari turistici più frequentati perché è tempio unico nel suo genere, con sette pagode. Sosta per i pranzo presso il ristorante Ruen Come ( http://www.ruencomein.net/restaurant ) ospitato in un'antica casa thai. Dopo il pranzo saliremo il Doi Suthep, montagna di 1676 metri che si erge a sette chilometri da Chiang Mai, ben visibile dalla città. In cima si visita il famoso e venerato complesso di Wat Phrathat con cappelle del XVI secolo finemente decorate con intarsi di vetro e oro, poste intorno alla massiccia pagoda ricoperta d’oro. Il panorama, poi, da quassù è super. È possibile raggiungere la vetta con comodi ascensori: per i più sportivi c'è sempre una scalinata di circa trecento gradini, fiancheggiata da rappresentazioni in ceramica policroma dei mitici serpenti Naga. Al termine delle visite rientro in hotel. Cena libera. Pernottamento a Chiang Mai. In loco è possibile prenotare una cena thai e regionale presso ristoranti d'atmosfera come il Khaomao Khaofang Restaurant ( http://www.khaomaokhaofang.com ) assicurandosi anche i trasferimenti necessari e l'assistenza di guida che parla italiano. Dopo cena è possibile fare una scappata al “night bazaar” raggiungibile con taxi, o tuk tuk. Venerdì: Chiang Rai - Bankgok Giornata intensa fra Elephant Camp, Triangolo d’oro, navigazione sul Grande Mekong, Hall of Opium. Dopo la prima colazione in hotel si parte per le visite nella provincia di Chiang Rai. Da Chiang Mai si punta a nord fino a Chang Dao, area di montagna abitata da numerosi gruppi etnici nomadi e seminomadi provenienti dal Myanmar (Birmania), dallo Yunnan cinese e dal Tibet. Chi lo desidera potrà anche assistere a una dimostrazione delle abilità degli elefanti di un campo ed effettuare una passeggiata nella giungla, a dorso d'elefante, naturalmente (visita e passeggiata sono da prenotare e pagare in loco). Soste e visite dei villaggi tribali lungo il percorso. Consumeremo il pranzo in un caratteristico ristorante sulle rive del fiume Maekok, nei pressi della stazione collinare di Thaton. Da qui non è distante il Triangolo d’Oro. In un punto lungo il corso del Mekong, il grande fiume segna il confine fra Myanmar (Birmania), Thailandia e Laos. Prenderemo allora una barca “a coda lunga” per un'adrenalinica corsa sul fiume e andare anche a visitare il villaggio laotiano di confine sull’isola di Don Sao. Ultima visita, infine, sarà del museo Hall of Opium che illustra la storia dell'oppio non solo nella regione e informa sulle problematiche legate alla dipendenza e sugli sforzi per contrastarle. Al termine, trasferimento all'aeroporto di Chiang Rai in tempo per il volo di linea Bangkok Air per Bangkok. All'arrivo, sistemazione all'hotel BW Premier Amaranth Suvarnabhuni Airport ( https://amaranthhotel.com ) in deluxe room. Sabato: Bangkok - Milano Prima colazione in hotel. Partenza per Milano Malpensa con volo di linea Air Italy in classe economica. Arrivo in serata e fine dei nostri servizi. Quota (valida dal 14 settembre al 31 ottobre 2018): € 1.650 per persona. Comprende voli di linea Air Italy in classe economica, i voli interni, trasferimenti e visite con guide che parlano italiano, sistemazioni in camera doppia negli hotel indicati, trattamento di prima colazione + cinque pranzi e una cena in corso di visite, tour in minivan Toyota Commuter D4D con autista e guida che parla italiano in accompagnamento con massimo sei persone. La quota non comprende: tasse aeroportuali (€ 302 per persona); assicurazione sanitaria e bagaglio, kit di viaggio (€ 60 per persona). Supplemento camera singola e quota partenze da novembre su richiesta. ---------------- UN VIAGGIO SIMILE, MA CON MAGGIORI VISITE TRIBALI E FINALE SOGGIORNO MARE (15 giorni, 12 notti - partenze di sabato, sempre da Milano Malpensa) In estrema sintesi (gli interessati possono richiederci il programma dettagliato) 1° giorno: Italia 2° giorno: Bangkok 3° giorno: Bangkok 4° giorno: Damnern Saduak - Phra Pathom Chedi - Ponte sul fiume Kwai. Pernottamento in lodge nella jungla 5° giorno: Parco Nazionale Sai Yok - Chiang Mai 6° giorno: Chiang Mai (Trekking nel Doi Inthanon National Park, Cascate Mae Ya) 7° giorno: Chiang Mai (Elefhant Riding - Wat Prathat Doi Suthep) 8° giorno: Villaggi Lahu, Mercato di Wiang Pa Pao, Wat Rong Khun (Tempio bianco) - Triangolo D’oro - Chiang Rai 9° giorno: Chiang Rai (Bangkok) Samui 10° - 13° giorno: Samui 14° giorno: Samui (Bangkok) - Volo di ritorno in Italia 15° giorno: Italia KOH SAMUI - A circa 710 chilometri da Bangkok, e a 80 dalla costa di Surat Thani, nel golfo del Siam, Samui è la più vasta (280 chilometri quadrati) delle isole di un arcipelago che ne conta ben ottanta, delle quali solo quattro sono abitate. L’isola è prevalentemente montuosa: la cima più alta arriva a 636 metri. Le piantagioni di frutta e di palme da cocco che tanto caratterizzavano il paesaggio isolano sono andate restringendosi sotto l’assalto di una urbanizzazione sempre più invasiva. Già al primo colpo d’occhio, poiché la rotta di atterraggio sorvola la bella spiaggia di Chaweng, ci si rende conto che il paesaggio da cartolina ha lasciato il posto a una infilata di resort, alberghi, condomini, ville e villette, ristoranti, fast food (Burger King e McDonald’s in primis), agenzie turistiche, negozi e veri e propri centri commerciali. Non solo qui, ma in gran parte della costa settentrionale e orientale, quella delle spiagge più popolari. I villaggi costieri si sono ingranditi e si sono saldati fra di loro creando un agglomerato continuo quasi senza interruzioni. La strada principale che percorre l’intero periplo dell’isola è oggi trafficata giorno e notte da moto, auto, minibus e camion. Alberghi di livello internazionale, alcuni anche di charme e lussuosi, hanno preso il posto di guesthouse e dei semplici bungalow sulla spiaggia che avevano attirato i primi turisti globetrotter e fricchettoni vent’anni e più fa. Già l’aeroporto (www.samuiairportonline.com), intercontinentale, tanto pittoresco da sembrare finto, col suo trenino elettrico «disneyano» dai colori sgargianti che scarica i passeggeri sotto una lussuosa tettoia che richiama le hall di certi ricercati alberghi ai tropici, fra un tripudio di fiori, lascia immaginare che non si è arrivati in uno sperduto angolo di mondo, ma in una località turistica che nulla ha da invidiare alle migliori concorrenti non solo thailandesi. In effetti non si potrebbe immaginare accoglienza più intonata a un’isola tropicale con spiagge di finissima sabbia bianca lambite da un mare cristallino dai fondali corallini popolati da miriadi di pesci coloratissimi. E ben si può immaginare che non poteva restare segreto a lungo un posto così bello. Infatti lo sviluppo turistico, soprattutto negli anni più recenti, è stato vertiginoso. IMPRESSIONI: https://youtu.be/mCAphQl0b9Y Quota (valida fino al 31 ottobre 2018): € 1.990 per persona. La quota non comprende: tasse aeroportuali (€ 141 per persona); assicurazione sanitaria e bagaglio, kit di viaggio (€ 60 per persona). Supplemento partenze dal 25 luglio al 15 agosto per persona: € 390 Supplemento camera singola e quota partenze da novembre su richiesta. ___________ UN VIAGGIO PARTICOLARE, SEMPRE NEL NORD E CON FINALE SOGGIORNO MARE (14 giorni, 11 notti - partenze di mercoledì da Roma Fiumicino) In estrema sintesi (gli interessati possono richiederci il programma dettagliato) 1° giorno: Italia 2° giorno: Bangkok 3° giorno: Bangkok 4° giorno: Bangkok 5° giorno: Bangkok - Chiang Mai 6° giorno: Chiang Mai (Triangolo D’oro - Homestay a Maesalong Nai - Wat Rong Khun) 7° giorno: Chiang Mai (Gli ombrelli di Bo Sang - Chiang Mai walking tour - Wat Prathat Doi Suthep) 8° giorno: Chiang Mai - Samui 9 ° - 12° giorno: Samui 13° giorno: Samui (Bangkok) - Volo di ritorno in Italia 14° giorno: Italia Quota (valida fino al 31 ottobre 2018): € 1.490 per persona. La quota non comprende: tasse aeroportuali (€ 151 per persona); assicurazione sanitaria e bagaglio, kit di viaggio (€ 60 per persona). Supplemento partenze dal 25 luglio al 15 agosto per persona: € 370 Supplemento camera singola e quota partenze da novembre su richiesta. ___________ GIÀ STATI IN NORD THAILANDIA? ricordiamo che abbiamo selezionato due proposte per BANGKOK E MARE DELLE ANDAMANE (PHUKET - KRABI) le trovate qui https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1805390559702056&id=1764964747077971 https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=2076932715881171&id=1764964747077971 PHUKET, la Perla del Sud, si trova nel Mare delle Andamane, a 862 chilometri da Bangkok. Ha una superficie di 539 chilometri quadrati ed è collegata alla terraferma da due ponti. Gli abitanti originari dell’isola erano i cosiddetti Zingari del mare (Chao Lay), abili pescatori e un tempo pirati. Vaste spiagge si susseguono lungo la costa occidentale, mentre quella orientale è prevalentemente scogliosa. Le colline che movimentano il paesaggio (Phuket significa «montagna») sono ricoperte da densa vegetazione tropicale. Il capoluogo, Phuket Town, è città di circa 70.000 abitanti (tutta l’isola ne conta circa 200.000) con costruzioni di stile europeo e palazzi cino-portoghesi. Phuket vanta località e spiagge famose e animatissime, ma anche baie solitarie e spiagge appartate. Offre escursioni alla bellissima Baia di Phang-Nga dai faraglioni calcarei di ogni forma e dimensione (alcuni alti anche duecento metri) che spuntano dalle acque creando un paesaggio inconsueto e affascinante, come pure alla Baia di Ao Luk in un parco nazionale fra i più scenografici della Thailandia, o alle isole circostanti, alcune popolarissime altre più «riservate» ( https://youtu.be/IlXhywbggFY - https://youtu.be/TAF9_Ykt4Hs ). La vita può essere animata o tranquillissima. Così pure la sera, fra il lungomare di Patong dove si concentrano il massimo della vita notturna dell’isola, i go-go bar più «vivaci», il mercato (Tshirt, orologi e souvenir vari), il Simon Cabaret dove va in scena tutti i giorni una garbata rivista interpretata da transessuali e travestiti, il Siam Niramit che è replica di un villaggio thai con tanto di mercato galleggiante, dove si può cenare e assistere a uno spettacolo fantasmagorico a tema storico-culturale. La box thai, poi, è una cosa seria a Phuket. Ci sono anche corsi per apprendere l’arte che accolgono neofiti stranieri e se vi capita di assistere a incontri veri, non quelli per turisti che ormai spuntano un po’ dappertutto, godetevi anche lo spettacolo davvero folcloristico dell’animato contorno. Nei giornali locali vengono pubblicati giorni e orari. In alternativa al soggiorno sull’isola si possono scegliere crociere fra le isole e gli arcipelaghi vicini anche di Myanmar e Malaysia. In particolare, una crociera fra le isole vicine, alle isole Similand e giù fino a Langkawi in Malaysia, è possibile a bordo di un elegante veliero d’epoca a cinque alberi, dotato di tutti i comfort, compresa spa, e naturalmente dei più avanzati sistemi di navigazione. Una soluzione, come dire, romantica e molto «coccolosa». _____________ Le proposte di viaggi sono realizzate con operatori specializzati di fiducia. Gli interessati possono contattarci utilizzando il pulsante "invia e-mail" o direttamente a livingstonclub@libero.it. Li metteremo in contatto con l'operatore per finalizzare la prenotazione. Potete anche fissare un appuntamento telefonico o skype, sempre via mail (vi richiameremo noi), per una consulenza coi nostri autori perché itinerari disegnati e proposti da chi in quei posti c’è stato, più e più volte, e quindi li conosce davvero, non guasta ... e i viaggiatori meritano la necessaria professionalità tecnica per garantirsi al meglio. Testi estratti dalla guida "MYANMAR, THAILANDIA, VIETNAM, LAOS, CAMBOGIA" © Livingston & Co. La trovate insieme alle altre guide di Livingston & Co. qui: BOOKREPUBLIC http://bit.ly/1sxUjMq AMAZON Giappone: http://amzn.to/2Extku3 Cina: http://amzn.to/2ugjPpZ Puglia e Matera: http://amzn.to/2nmVU7E Portogallo, Madeira, Azzorre: http://amzn.to/2DOOtfG Le altre guide: http://amzn.to/29nHgDr KOBO http://bit.ly/2nt10i5 IBS http://bit.ly/2rTWuOY HOEPLI STORE http://bit.ly/2BDOPUp LA FELTRINELLI Giappone: http://bit.ly/2nSG7hh Cina: http://bit.ly/2nrA5D4 Portogallo, Madeira, Azzorre: http://bit.ly/2FvC4Ol Puglia e Matera: http://bit.ly/2DOHSlg Le altre guide: http://bit.ly/2Gz08AS LIBRACCIO http://bit.ly/2GyqAei LIBRERIA RIZZOLI http://bit.ly/2nXqowB LIBRERIA SAN PAOLO Giappone: http://bit.ly/2EShTed Cina: http://bit.ly/2nsbDBr Puglia e Matera: http://bit.ly/2BFf50K Portogallo, Madeira, Azzorre: http://bit.ly/2EppEYM Le altre guide: http://bit.ly/2GyAEDW LIBRERIE COOP https://libreriecoop.bookrepublic.it/editori/livingston-co MONDADORI STORE http://bit.ly/2FuPpX4 APPLE STORE Giappone: https://apple.co/2BLmq2B Cina: https://apple.co/2rXjYTw Portogallo, Madeira, Azzorre: https://apple.co/2GI7rqi Puglia e Matera: https://apple.co/2E7qYSn Le altre guide: https://apple.co/2npxuKD MLOL PLUS http://bit.ly/2cW9QPs INDIeBOOK Giappone: http://bit.ly/2BYtvO1 Le altre guide: http://bit.ly/2rZ7M4H INTERNET BOOKSHOP ITALIA http://bit.ly/2rTWuOY UNILIBRO Giappone: http://bit.ly/2FCla0F Cina: http://bit.ly/2EgAwvo Le altre guide: http://bit.ly/2rVIV1s Fotografie: © Tourism Authority of Thailand, L. Lizzi, R. Cattani

Non solo libri...