Cronache anticapitaliste

Tradotto da: Virginio B. Sala
Tipologia: Ebook
Protezione: Adobe DRM
Lingua: Italiano
ISBN: 9788858842850
Disponibile dal:
Rating:

Quarta di Copertina

La nostra è un’epoca di crisi economiche, lotte di classe, reazioni neofasciste. C’è chi pensa che il capitalismo neoliberista abbia raggiunto il suo momento di apice e di declino. E invece, spiega David Harvey, è in ottima forma, però con la crisi del 2008 e con quella del Covid ha perso la sua legittimità. Per questo, per sopravvivere, ha dovuto allearsi con il neofascismo e con la rinascita di sentimenti nazionalisti e reazionari. Ma la violenza è nel Dna del capitalismo. Sa colpire ogni aspetto della nostra vita: il territorio che abitiamo, la nostra percezione del tempo, l’idea che abbiamo della libertà, della giustizia e della famiglia. Oggi il capitalismo è molto lontano dall’essere in difficoltà, ma ha la necessità di stringere pericolose amicizie. E ha anche bisogno di ignorare la catastrofe climatica. Mentre racconta la violenza e il disastro, Harvey esplora anche la speranza e la possibilità. Attraverso conversazioni sul neoliberismo, il capitalismo, la globalizzazione, l’ambiente, la tecnologia e i movimenti sociali, Harvey delinea, con chiarezza e rigore, come si può immaginare un’alternativa alla prevaricazione e alla brutalità del capitalismo anche in tempi così difficili. Un libro militante e divulgativo, nato da un podcast di grande successo.

Non solo libri...