Edifici esistenti in cemento armato. Valutazione e mitigazione del rischio sismico

Quarta di Copertina

La maggior parte degli edifici presenti nelle nostre città è stata realizzata senza alcun cautela antisismica. Ma anche edifici realizzati secondo le norme sismiche di epoche passate possono presentare significative carenze, quando le prescrizioni (un tempo eccessivamente sintetiche) non sono state integrate da criteri di buona progettazione. Le conseguenze di ciò si vedono ogni qual volta un evento sismico di forte intensità colpisce una delle nostre città. Il tema è oggi ancor più attuale grazie agli incentivi fiscali previsti per la mitigazione del rischio sismico degli edifici “esistenti” (cioè già realizzati). Chi cerca nella normativa, sia italiana che europea, una guida per operare in questo campo si rende conto che il tema è trattato frammentariamente e sommariamente, generando spesso dubbi ed incertezze e determinando un aggravio delle responsabilità professionali. La letteratura scientifica può fornire alcuni chiarimenti, ma anche in essa si colgono spesso differenze di vedute. La più importante fonte di conoscenza è forse l’osservazione degli effetti degli eventi sismici che, purtroppo, non sono mancati negli ultimi decenni in Italia. Gli scenari di danno e le modalità di collasso che prevediamo con le modellazioni e le relative analisi teoriche devono sempre confrontarsi con ciò che abbiamo “visto” sul territorio. Il libro affronta il tema cercando di dare risposte possibili “qui ed ora” alle predette incertezze, fornendo chiarimenti teorici e suggerimenti operativi e riportando numerosi esempi applicativi e concrete esperienze progettuali.

Non solo libri...