Prof. Antinori (Spallanzani): la Prep fondamentale nella prevenzione all’Hiv

“Tra le varie strategie di prevenzione combinate perché oggi è quella a cui l’epidemiologia affida gran parte della soluzioni per la malattia dell’HIV c’è la profilassi pre-esposizione (PrEP), che significa dare una terapia antiretrovirale con soli due farmaci, non ai pazienti già infetti, ma alle persone ad alto rischio di infettarsi, che hanno, quindi, comportamenti ad alto rischio come rapporti non protetti od altre situazioni che aumentano il rischio, in modo da poterli proteggerle. È una terapia a fine profilattici e preventivi. Questa strategia si è rilevata molto efficace: quasi il 100% di efficacia laddove la PrEP sia assunta correttamente con elevata aderenza. Ci sono diversi studi che lo dimostrano al livello internazionale ”. Lo ha spiegato Il Professore Andrea Antinori, Direttore di Immunodeficienze Virali Ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma, a margine della conferenza su ‘HIV: presente e futuro del paziente cronico. Approccio, progresso, prevenzione’, che si è svolta al Ministero della Salute. “Sono oltre 300mila le persone che in questo momento assumono PrEP, tra queste molte in Europa. Ben 14 Paesi europei hanno la rimborsabilità della PrEP: c’è bisogno che l’Italia da questo punto di vista – ha sottolineato Antinori - vada avanti sui programmi di PrEP, perché da noi è ancora una strategia molto limitata. È necessario perciò di fare crescere la PrEP di intensità ed aumentare l’accesso delle persone, di spiegare come funziona e qual è il livello di protezione. Le persone che assumono PrEP - ha proseguito Antinori - dovrebbero sottoporsi a dei protocolli di monitoraggio delle altre malattie sessualmente trasmissibili. La PrEP per HIV non protegge dalle altre malattie sessualmente trasmissibili, dovrebbero controllare il loro stato di infezione. Tutto questo – ha concluso Antinori - ha dimostrato in alcuni Paesi, come la Gran Bretagna e l’Australia, di poter ridurre l’incidenza di nuove diagnosi. La Prep, infatti, unita ad altre strategie di prevenzione si è dimostrato uno strumento pressoché indispensabile per controllare l’epidemia”. (/Pep)
Nove Colonne
Postato su YouTube
Data venerdì 15 novembre 2019
Visto da 18
Piace a 0
Non piace a 0