Olga di carta. Jum fatto di buio - L'uomo senza passato

Quella sera, seduta sul letto in camicia da notte, la bambina raccontò a Valdo la giornata al villaggio. « Tomeo mi ha chiesto la storia che le avevamo promesso, ricordi? Sui vuoti e le mancanze. Oggi però ho scoperto che molti hanno perduto qualcosa, e non è sempre ciò che crediamo. Per esempio, il signor Cardòn ha perduto la vista, ma non è di quella soltanto che sente la mancanza. La nonna di Mimma ha perduto il marito, e la sua famiglia è lontana, ma lei non è triste per quello. Perfino a Mimma manca qualcosa, ce lo ha scritto in una lettera. La Casolina aveva un grande vuoto dentro, ma credo che oggi l’abbia colmato, anche se ogni tanto ci pensa ancora. Il papà di Bruco sente la mancanza dei suoi studenti, lo sapevi? Immagino sia frequente tra i professori in pensione. Noi sappiamo, poi, che la vecchia Cherpia ha perduto il senno e io non credo lo ritroverà. E poi c’è Cod: sembra aver perso il suo passato, però non sono sicura che ne senta la mancanza ». Tratto dal capitolo" L'uomo senza passato" di "Jum fatto di buio", il secondo romanzo della serie "Olga di carta" di Elisabetta Gnone. Grafica e animazione video di Marta Modini Voce narrante Elisabetta Gnone Mix audio di Mirò Priori per Atorn Studio Milano
Adriano Salani Editore
Postato su YouTube
Data giovedì 25 gennaio 2018
Visto da 68
Piace a 0
Non piace a 0