Photos from Biblioteca Sgm Comunale's post

photo
Biblioteca Sgm Comunale
Postato su Facebook
Data venerdì 29 marzo 2019
Condivisioni 1
Piace a 6
Commenti 0
Domenica alle ore 16.30 nella Sala del Consiglio si svolgerà ultimo appuntamento con la Rassegna Itinerari Letterari a cura di Rapsodia - Musica, libri, scrittori. Avremo il piacere di ospitare Nadia Terranova e il suo #addiofantasmi. Il libro Ida è appena sbarcata a Messina, la sua città natale: la madre l'ha richiamata in vista della ristrutturazione dell'appartamento di famiglia, che vuole mettere in vendita. Circondata di nuovo dagli oggetti di sempre, di fronte ai quali deve scegliere cosa tenere e cosa buttare, è costretta a fare i conti con il trauma che l'ha segnata quando era solo una ragazzina. Ventitrè anni prima suo padre è scomparso. Non è morto: semplicemente una mattina è andato via e non è più tornato. Sulla mancanza di quel padre si sono imperniati i silenzi feroci con la madre, il senso di un'identità fondata sull'anomalia, persino il rapporto con il marito, salvezza e naufragio insieme. Specchiandosi nell'assenza del corpo paterno, Ida è diventata donna nel dominio della paura e nel sospetto verso ogni forma di desiderio. Ma ora che la casa d'infanzia la assedia con i suoi fantasmi, lei deve trovare un modo per spezzare il sortilegio e far uscire il padre di scena. Nadia Terranova è nata a Messina nel 1978 e vive a Roma. Ha pubblicato cinque libri per ragazzi tra cui “Bruno il bambino che imparò a volare” (Orecchio acerbo, 2012, illustrazioni di Ofra Amit, premio Napoli, premio Laura Orvieto), dedicato alla vita dello scrittore ebreo polacco Bruno Schulz, e “Le nuvole per terra” (Einaudi Ragazzi, 2015), un racconto di formazione sentimentale per preadolescenti e genitori. Ha esordito nel romanzo nel 2015 con “Gli anni al contrario”, storia d'amore di due ragazzi tra il 1977 e il 1989, definito da Roberto Saviano uno dei libri del 2015 e vincitore dei premi Bagutta Opera Prima. Collabora con diverse riviste. È tradotta in Francia, Spagna, Messico, Polonia e Lituania. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Non solo libri...